accreditamento

ACCREDITAMENTO AL SISTEMA SANITARIO REGIONE PIEMONTE

  • Le verifiche dell'ARPA di avvicinano!
  • Cosa e come fare per rispondere ai requisiti in modo semplice?
  • Cosa è davvero utile per una struttura sanitaria di piccole medie dimensioni?
  • In che modo posso ridurre al mimino lìimpegno della struttura, soddisfando comunque tutti i requisiti?

Autorizzazione, Accreditamento e Accordi contrattuali

In Piemonte
L’accreditamento delle Strutture sanitarie è disciplinato dall’accordo Stato-Regioni-Province autonome, perfezionato nel 2015 con requisiti organizzativi generali uguali per tutta Italia (Regione Piemonte - BU 46-19/11/2015).

L'ARPA è l'Oragnismo tecnico che verifica il rispetto dei requisiti da parte delle singole strutture. I nuovi valutatori coinvolti saranno operatrici e operatori delle ASL e delle ASO piemontesi (ARPA - chi sono i nuovi valutatori?).

Per i Servizi di Immunoematologia e Medicina trasfusionale (SIMT), per le Unità di raccolta (UDR) e per gli afferenti punti di raccolta, a settembre 2017 sono stati approvati i requisiti tecnico-organizzativi e la check list di verifica che adotterà l'ARPA (ARPA - Requisiti per SIMT e UDR)

Eventuali richieste di chiarimento o informazione possono essere inoltrate all'ARPA usando il seguente link (ARPA - richiesta chiarimento)

La normativa
La normativa vigente pone sullo stesso piano il soggetto pubblico e privato, garantendo di fatto la collaborazione tra i due soggetti. Per l’esercizio dei soggetti privati nel SSN, il legislatore ha richiesto un adeguato livello di prestazioni agli utenti, garantendo una elevata qualità, paragonabile a quella delle strutture sanitarie pubbliche.

Il percorso che le strutture sanitarie private devono intraprendere prevede tre step che permettono la loro equiparazione a quelle pubbliche.

Autorizzazione
L’autorizzazione ha lo scopo di consentire l’esercizio dell’attività sanitaria, e ogni soggetto che opera all’interno del SSN deve essere autorizzato ex D.Lgs. 502/92. L’autorizzazione deve essere richiesta alla Regione presso la quale si ha intenzione di iniziare l'attività. Trattasi di strtture che erogano prestazioni in regime di ricovero, in regime ambulatoriale, in regime residenziale e per gli studi odontoiatrici/medici e altre professioni sanitarie, compresi quelli infermieristici.

Quanto ai requisiti per l’autorizzazione la scelta è demandata alla singola Regione e comprendono requisiti minimi strutturali, tecnologici e organizzativi.
In ultimo, sul rilascio dell’autorizzazione influisce anche la verifica del Comune all’interno del quale opera la struttura.

Accreditamento
L'accreditamento al SSN è obbligatorio solo per le strutture che vogliono operare in convenzione con la sanità pubblica. L'accreditamento viene rilasciato coerentemente con la programmazione sanitaria regionale. I requisiti di qualificazione vengono stabiliti dalla Regione sulla base del D.Lgs 59/97, dopo aver ascoltato i pareri di AGENAS e del Consiglio Superiore della Sanità.

La struttura accreditata opera in nome e per conto del SSN, adoperando le stesse tariffe e percependo quindi quota parte del finanziamento sanitario regionale. 

L’accreditamento viene rilasciato a seguito di verifica che in Piemonte è svolta dall'ARPA. L'ARPA può effettuare anche verifiche periodiche. L'accreditamento può anche essere revocato qualora la struttura non soddisfi più i requisiti qualitativi che ne abbiano determinato la concessione.

Accordo contrattuale tra Struttura privata e Regione
L’accreditamento è seguito da un contratto, che tiene conto della programmazione Regionale, e da un controllo periodico delle prestazioni erogate adoperato dalla Regione.
L’accordo contrattuale rappresenta un contratto di disciplina pubblicistica che lega la struttura privata alla pubblica amministrazione e le consende definitivamente di operare in nome e per conto del SSN nel rispetto dell’accordo tra le parti.




Cosa fare
Esiste uno strumento che:
  1. in 3 giorni ti restituisce:
    • una valutazione sullo stato della tua struttura rispetto a ciò che serve per l'accreditamento  
    • un Piano di azioni precise per soddisfare tutti i requisiti richiesti
  2. semplifica notevolmente il rispetto dei requisiti
  3. calendarizza le attività e fornisce promemoria aggiornati che guidano a fare ciò che serve
  4. fornice modelli precompilati che agevolano l'impegno da parte della struttura
  5. si integra con i gestionali in uso per evitare duplicazioni dei dati
  6. limita al minimo il ricorso alla carta
  7. utilizza il rispetto dei requisiti come strumento per migliorare le performance della struttura
  8. Assicura il rispetto dei requisiti per la PRIVACY (DGPR 679/2016)
  9. Fornisce un modello semplice e concreto per ridurre al minimo il rischio clinico